Outplacement: di cosa si tratta?

Postato il Aggiornato il

Dopo il post di inizio viaggio di ieri, oggi ho deciso di iniziare l’esplorazione del mondo risorse umane partendo proprio da quello che è il mio lavoro, l’outplacement.

Il viaggio nel mondo misterioso dell’outplacement si comporrà di diversi post in cui cercherò di spiegare al meglio il servizio di continuità professionale (traduzione italiana di outplacement) e l’importanza di usufruirne, in particolare oggi che la crisi ha colpito duramente le aziende. 

Ho scritto tempo fa un articolo, ve lo ripropongo a step, pregandovi di chiedere delucidazioni attraverso i commenti ed approfondire al meglio l’argomento; oggi parto dalla definizione.

Non sono molti coloro che in azienda conoscono l’outplacement, termine inglese che significa letteralmente “collocare fuori”, un’accezione sicuramente negativa, che poco dice di cosa realmente sia l’outplacement, tanto che in italiano si è pensato di tradurre il termine con “attività di supporto alla ricollocazione professionale” che meglio esprime il reale contenuto del servizio.

Cosa s’intende però con il termine “ricollocazione professionale”? Meglio quindi fornire la definizione ufficiale di outplacement in modo da fugare ogni possibile dubbio. Con la parola outplacement è indicata l’attività con cui società specializzate agiscono a supporto della ricollocazione di uno o più dipendenti in uscita da un’Azienda in una nuova posizione professionale, svolgendo a vantaggio di queste persone un complesso lavoro di autovalutazione e riqualificazione (definizio AISO Associazione Italiana Società di Outplacement).

Parliamo quindi di una qualificata consulenza e assistenza che è offerta, esclusivamente su mandato dell’Azienda, al lavoratore di ogni livello che, dovendosi riproporre al mercato del lavoro, potrà avvantaggiarsi dell’intervento specialistico di professionisti esperti in tutte le problematiche connesse alla riqualificazione professionale, alla gestione di carriera e al riorientamento del lavoratore nel contesto produttivo.

Ho volutamente inserito in grassetto il concetto che il servizio viene svolto esclusivamente su mandato dell’azienda, non può essere fornito a privati cittadini, con i quali invece è possibile avviare una attività di consulenza di carriera, vi spiegerò più avanti cosa si intende con questo termine, per oggi mi fermo qui. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...