Formarsi per crescere e competere: una storia di buona formazione.

Postato il

Formarsi per crescere
Formarsi per crescere

All’inizio di dicembre dello scorso anno scrissi di come spesso e volentieri, i fondi pubblici, vengono sperperati in corsi di formazione inutili e privi di contenuti che a nulla servono se non ad arricchire gli enti che tale formazione erogano (vedi il post Formazione finanziata: opportunità o spreco di fondi pubblici).

Questo però non deve essere un atto d’accusa verso la formazione “tout court” che, al contrario, è assolutamente necessaria per migliorare le proprie competenze e/o spesso e volentieri per aprirsi nuove strade professionali, cosa questa particolarmente importante in un momento di crisi come quello che stiamo passando.

Per questo motivo oggi voglio raccontarvi una storia vera, accaduta in una famiglia uguale a tante altre del nostro Paese, una storia che narra di come una buona formazione, sia la base per ottenere successo e soddisfazioni nella vita di ognuno di noi.

C’era una volta… una normale famiglia italiana, lui dopo alcune esperienze lavorative, era finalmente approdato in un’azienda che si occupava di temi a lui molto cari. Si alzava ogni mattina con una gran voglia di fare ed alla sera rientrava a casa soddisfatto del suo operato, sentiva però che qualcosa mancava, sentiva che se avesse voluto veramente fare il salto doveva approfondire le sue conoscenze; leggeva e studiava libri per proprio conto, seguiva seminari ma questo tutto questo non gli era sufficiente.

Lei era un’insegnante di infanzia, i bimbi e la cura delle persone erano la sua passione da sempre per questo si era adoperata per poter coronare questo suo sogno. Purtroppo dopo diversi tentativi era riuscita solo a racimolare supplenze (poche) e lavori saltuari da babysitter con privati, tutti estremamente soddisfatti del suo operato, che però non gli garantiva entrate fisse. Non che a livello familiare ci fossero particolari problemi economici, grazie al lavoro di lui che garantiva un’entrata certa, ma questo lavorare a singhiozzo la rendeva insoddisfatta, nervosa e demoralizzata per non poter contribuire come desiderava all’economia familiare; inoltre poter godere di una indipendenza economica è una necessità che ognuno di noi sente.

Parlandosi capirono che era ora di fare qualcosa, lui aveva trovato un corso che gli avrebbe garantito il conseguimento di una specializzazione con un titolo riconosciuto, lei ne aveva scovato un altro che l’avrebbe portata a conseguire una ulteriore qualifica professionale che le avrebbe aperto le porte di nuove opportunità professionali nell’ambito della cura alla persona. Due anni or sono decisero che avrebbero investito parte dei loro risparmi per formarsi, certi che l’investimento si sarebbe ripagato nel medio lungo termine, anche se nel breve periodo avrebbe significato fare diversi sacrifici cercando di garantire il meglio possibile per la loro prole.

Fu così che i due dopo diversi mesi di corso e di studi serali e notturni, completarono entrambi il loro percorso formativo ottenendo i relativi riconoscimenti a pieni voti.

Oggi lui vede riconosciuta la sua ulteriore professionalità dall’azienda per cui lavora che con estremo piacere gli affida nuovi progetti da seguire in prima persona, lei dopo aver terminato il corso ed inviato il suo cv aggiornato alle aziende di possibile interesse, è stata assunta a tempo determinato; dopo aver passato sei mesi in questa condizione ad inizio del 2013 vede coronato il suo sogno che non era mai riuscita a realizzare, è stata assunta a tempo indeterminato.

Ribadisco quanto anticipato all’inizio, la storia è vera e dimostra che se si sceglie il tipo di formazione giusta, le scuole o società di formazione serie e preparate, i risultati si ottengono anche in un momento di crisi nera come quello attuale, con un tasso di disoccupazione che cresce ogni mese ed in cui la ripresa economica sembra essere ancora lontana.

Alla prossima!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...